il primo magazine sulla sostenibilità applicata

LEGNO IN MOVIMENTO: un'azienda sostenibile sia dentro che fuori
Come ogni anno progettisti, committenti, operatori e utenti finali potranno toccare con mano quanto è stato costruito nella città e nella provincia di Bolzano secondo i canoni dell'architettura sostenibile. Al KlimaHouse2013 edifici residenziali, industriali e di terziario, realizzati secondo gli standard CasaClima, tra questi il nuovo edificio della LignoAlp. Frutto di un concorso del 2008, che poneva il vincolo di una costruzione in legno, la sede amministrativa dell'azienda Damiani - Holz&Ko S.p.A. di Bressanone, ad opera dello studio Modus Architects, mette in risalto le peculiarità dell'azienda diventandone contemporaneamente sede e vetrina, con una doppia certificazione CasaClima (Oro Nature e Work&Life). La "malleabilità" del legno infatti, più che vincolare il progetto, ha fornito un occasione ai realizzatori, e la sua potenzialità, in termini di qualità strutturale e coibente, ha permesso di raggiungere risultati considerevoli.

L'edificio esprime ampiamente il rapporto con l'orografia del territorio, infatti le facciate sono caratterizzate da lamelle in legno lamellare sottili, sagomate in vario modo fino a formare la carena di un monolite ligneo che fa il verso all'andamento sinuoso dei monti e delle foreste circostanti.

Si genera un articolato movimento ondulatorio, che sotto la luce del sole, a seconda dell'ora del giorno, fa muovere l'intera facciata dando dinamicità all'intero complesso. Allo stesso modo di notte l'illuminarsi delle finestre e delle vetrate interne rispetto al rivestimento ligneo permette alla luce di filtrare attraverso la facciata-diaframma facendo sembrare l'edificio una sorta di apparizione, nel quieto paesaggio dei boschi.

Solo il basamento in cemento e tre elementi aggettanti, dalla geometria rigida, rompono l'armonia sinuosa della facciata. Tuttavia il cemento, necessario per separare la struttura lignea dall'umidità del terreno, è stato ingentilito dalle venature dei casseri , volutamente impresse durante la lavorazione. I volumi aggettanti invece, rivestiti in corten, si sposano cromaticamente con i colori del luogo e del legno della facciata.

Interessante infine, è che le soluzioni costruttive e strutturali adottate siano molteplici, proprio per mostrare le articolate possibilità e la flessibilità del costruire in legno. Si trovano quindi pareti esterne portanti con un sistema a telaio e pareti composite, e un sistema strutturale centrale realizzato in pareti di legno multistrato a strati incrociati di spessore variabile. Anche i solai, per lo stesso motivo, si differenziano di piano in piano, e sono costruiti a secco, progettati per il passaggio di tutte le canalizzazioni necessarie per l´impiantistica di un edificio per uffici certificato CasaClima‐nature.
0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli