il primo magazine sulla sostenibilità applicata

SI' VIAGGIARE...
...ma all’insegna del turismo sostenibile e del rispetto per l’ambiente perché – come diceva Proust – non è importante trovare nuove terre, ma vederle con altri occhi.

Alla vigilia della stagione delle grandi partenze è importante chiedersi a che punto siamo come turisti che scelgono di affrontare le vacanze in chiave di turismo sostenibile e responsabile.

Il territorio, l’ambiente, le diverse culture, il cibo sono tutte tessere che compongono il mosaico di un viaggio e di un soggiorno riusciti.

Forse non tutti sanno che anche nel nostro Paese - e molti quest’anno sceglieranno il territorio nazionale - già nel 2002 è stata stesa una "carta Italia" del turismo sostenibile a cura dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile (Aitr).

Nel corso degli anni questa nicchia si è allargata e oggi riguarda un numero sempre crescente di persone, desiderose di impegnarsi in un concetto alternativo di vacanza, più adatto a soddisfare le esigenze pratiche, culturali e psicologiche di ciascuno.
Al tempo finalmente libero, da soli o con familiari e amici, si desidera dare una valore in più, magari legandolo alla condivisione, alla comprensione, alla riflessione e al rispetto dell’ambiente.

Ecco allora alcune considerazioni relative al concetto stesso di vacanza e ai diversi tipi di viaggi per eco turisti e globe trotter sostenibili.

Prima della partenza: interrogarsi sulle aspettative e le motivazioni del proprio viaggio. Svago, studio o riposo, ma sempre nel rispetto di ambiente e persone. Informarsi non solo sull’ospitalità e la logistica, ma anche sulle usanze, la storia e il contesto culturale e civile dei luoghi. Sia che si viaggi in proprio, sia che ci si appoggi a organizzazioni specializzate, verificare sempre la qualità e la trasparenza dei servizi proposti come mezzi pubblici, commercio equo e solidale, rispetto del paesaggio nelle soluzioni abitative. Per viaggi di gruppo è opportuno prevedere un incontro preliminare coi futuri compagni e con l’eventuale guida.

Durante il viaggio: adeguarsi agli usi locali e rispettare le risorse (cibo, acqua), l’ambiente naturale (piante,animali) e la cultura del luogo (artigianato, arte, religione). Non fotografare o filmare senza autorizzazione, partecipare a manifestazioni atte a valorizzare i principi del turismo sostenibile e dissentire da espressioni di segno contrario, purché con misura e tolleranza.

Dopo il viaggio: fare un bilancio tra le aspettative e l’effettiva riuscita della vacanza. Mantenere i rapporti con i compagni e conservare una documentazione dell’esperienza vissuta. "Raccontare" il viaggio ad amici, familiari e colleghi di lavoro contribuendo a diffondere cultura e conoscenza, valorizzando le esperienze di sostenibilità e facendo eventualmente presente agli organizzatori episodi di segno contrario.

Fin qui le regole-base da tenere presente. È però altrettanto importante definire l’area in cui collocare l’esperienza di viaggio che si vuole affrontare. Vogliamo tagliare tutti i ponti con la tecnologia e immergerci nel verde per almeno una settimana? Vogliamo dedicarci agli altri anche in situazioni estreme? Siamo alla ricerca di una dimensione spirituale o del passato?

Le risposte sostenibili e responsabili sono a portata di piedi. Basta consultare Vacanze contromano - Un altro modo di partire edito da Terre di mezzo al costo di 10 euro. Sono 144 pagine divise in sei sezioni per adulti e ragazzi: Viaggi di conoscenza, Campi di solidarietà, Campi missione, Campi natura, Campi archeologia e Campi ragazzi descritti in 80 schede. Dal Perù al Parco nazionale d’Abruzzo, indirizzi, costi, orientamenti, periodi, durata, età, etc. Quali che siano le vostre convinzioni ed esperienze, se è il turismo responsabile a guidarvi, troverete una soluzione giusta.

Per approfondimenti:
Aavv, Vacanze contromano, Terre di Mezzo editore, 10 euro;
Luca Colombo, Il turismo responsabile, Xenia Edizioni, 125 pagg., 6,50 euro.

0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli