il primo magazine sulla sostenibilità applicata

Nelle prossime settimane e mesi i principali schieramenti politici italiani si confronteranno nelle primarie. Centrosinistra e centrodestra hanno infatti deciso di ricorrere a questa forma di consultazione per consentire ai cittadini un nuovo approccio nella costruzione di una classe dirigente politica che li rappresenti.

I temi sono tanti: scuola, lavoro, politica estera e sviluppo sostenibile. Le associazioni ambientaliste stanno cominciando a vagliare i programmi dei candidati in questo settore (per esempio Italia Nostra ha incontrato a Milano Laura Puppato, l'unica donna candidata alle primarie del Pd, e sostenitrice dell'importanza di un nuovo approccio sostenibile all'economia e alla società in generale).
Nell'attesa di presentare le posizioni di tutti i candidati in ogni schieramento, iniziamo da una sintesi del suo programma per quanto riguarda i quesiti sull'ambiente ricordando – come anche Puppato fa – che il 12 agosto di quest'anno è stato "celebrato" l'Earth Overshoot Day, cioè il giorno in cui il genere umano ha consumato tutte le risorse disponibili per l'anno in corso. Dal 13 agosto in poi i conti sono andati in rosso, ( vale a dire che sono intaccate le scorte per arrivare a fine anno) e così nel 2013 l'Earth Overshoot Day sarà anticipato.

Efficenza energetica
L'efficienza energetica è il modo più semplice e conveniente per risparmiare sulla
bolletta e ridurre le emissioni di gas serra a beneficio dell'ambiente.
Devono essere promossi e sostenuti tutti gli interventi(nelle case e nelle aziende) che riducono le emissioni inquinanti e abbassano significativamente i consumi. Le fonti rinnovabili sono fondamentali nel sistema energetico mondiale e svolgono un ruolo importantissimo per una riduzione dei gas serra. Inoltre creano nuove opportunità di sviluppo economico. In base al pacchetto europeo su clima ed energia l'Italia dovrà coprire entro il 2020 il 17% del proprio fabbisogno di energia primaria con le fonti rinnovabili (energia solare, eolica, dalle biomasse, geotermica, idraulica, dal mare) in sostituzione dei combustibili fossili. La quota praticamente è già raggiunta, il che lascia ampi spazi di governo politico finalizzato a raggiungere l'obiettivo indicato dal parlamento europeo entro il 2050: -80% di emissioni in atmosfera. Un lavoro enorme su efficientamento e risparmio per famiglie e aziende.

Mobilità sostenibile
In Italia il settore dei trasporti produce un quarto delle emissioni totali di CO2. La mobilità sostenibile deve dare la priorità a sistemi di trasporto a basso impatto ambientale, puntando su logistica e intermodalità per ridurre i volumi di traffico stradale. In linea con Kyoto, proponiamo strategie di riduzione delle emissioni nei trasporti mediante progetti mirati all'efficienza, campagne di sensibilizzazione, ricerca sui veicoli innovativi e carburanti sostenibili". (A questo proposito potrebbero venire in aiuto anche le più innovative nanotecnologie: per fare un esempio, il grafene è un materiale di recente scoperta che aggiunto alle mescole degli pneumatici consentirebbe secondo le ricerche di ridurre talmente la resistenza al rotolamento che si potrebbe risparmiare un pieno ogni cinque, oltre a sostituire in parte il carbon black e l'inquinamento che ne deriva, n.d.r.)
Per la vita nelle città e nelle aree metropolitane occorre realizzare percorsi protetti pedonali e ciclabili ovunque e reti metropolitane integrate (bus, tram, treno, metro), capisaldi di una
politica orientata al miglioramento della qualità della vita e alla riduzione
dei suoi costi di viaggio.

Paesaggio
Al paesaggio va riconosciuta la rilevanza di bene insostituibile e non riproducibile, e di conseguenza ogni intervento di trasformazione deve essere finalizzato a mantenere oppure innalzare le qualità esistenti.
Non può essere consentita la realizzazione di interventi che, privilegiando fattori di ordine funzionale e\o vantaggi meramente economici, possano determinare una qualsiasi riduzione dei valori paesaggistici dei luoghi. Le nuove infrastrutture dovranno essere programmate
e progettate con adeguato inserimento paesaggistico, finalizzando
sempre al minor impatto e alla migliore delle riqualificazioni. Il 12% della superficie italiana è protetta. Oltre 1.100 aree naturali protette sono distribuite in tutta la Penisola. Quasi 2000 i Comuni interessati, pari a quasi un quarto del totale. Aggiungendo anche i SIC (Siti di Importanza Comunitaria) e le ZPS (Zone di Protezione Speciale), la superficie protetta sfiora il 21% del territorio nazionale.
Possediamo un grande patrimonio culturale, naturalistico ed economico. Un bene dal valore inestimabile che, se gestito in modo efficiente, promuove lavoro e benessere. Si dovrà perciò fermare in consumo indiscriminato del territorio per interventi di edilizia abitativa e puntare sul recupero del patrimonio edilizio esistente adottando una politica urbanistica sostenibile.


Messa in sicurezza del territorio
La messa in sicurezza degli edifici dal rischio sismico consentirebbe di limitare i danni e i costi dei terremoti; misure di manutenzione della rete idrografica e del territorio ridurrebbero i rischi e i costi di alluvioni e frane; misure di adattamento al cambiamento climatico sono ormai inderogabili per ridurre i danni e i pericoli. Tutte queste misure attiverebbero investimenti,imprese e lavoro con ricadute economiche importanti.


Smart cities
La città intelligente è quella in cui si pianifica l'uso del territorio, coniugando innovazione tecnologica e culturale, rispetto dell'ambiente,qualità della vita e governance. Il territorio smart favorisce sviluppo del capitale umano e sociale, tecnologie dell'informazione, comunicazione e trasporti, si caratterizza nella gestione oculata delle risorse naturali e nella promozione di una governance partecipativa.
Incentiva i progetti che coinvolgono le imprese, le scuole, i centri di ricerca, i consorzi, i parchi scientifici e tecnologici e promuove il coinvolgimento delle PA nella sperimentazione e nell'applicazione dei risultati.

Città a misura d'uomo, social housing, edilizia sostenibile, integrazione e innovazione tecnologica unite alla tutela del paesaggio e dei beni culturali (quell'insieme di risorse inimitabili del nostro Paese che il recente convegno Florens 2012 chiama "gold economy") dovrebbero essere il cuore delle proposte della politica ai nuovi cittadini. Su questi stessi argomenti (energia, mobilità, paesaggio, territorio e urbanistica), MeglioPossibile misurerà di volta in volta tutti i candidati di ogni schieramento.

0
0
0
s2sdefault

Dalla chiocciola al green building


Architettura Sostenibile


di Isabella Goldmann
e Antonella Cicalò

Un libro a cura di

MeglioPossibile


per conoscere e riconoscere l'architettura del futuro

Edizioni FAG Milano

vai ai dettagli